L’oro di Milano

L’Oro di Milano

Usi agricoli e sociali delle acque milanesi
a cura di Maria Antonietta Breda, Maurizio Brown, Pietro Redondi

 

oromilano

Per ogni città l’acqua è oro: acqua da bere e per trasportare cose e persone, per azionare mulini e smaltire rifiuti. Che l’acqua sia oro è ancora più vero per tutte quelle città che devono la loro ricchezza economica all’agricoltura. È questo il caso di Milano, la cui prosperità è storicamente frutto della produzione agraria, grazie a un sapiente uso agricolo di tutte le sue acque superficiali e sotterranee, naturali e artificiali: dai fiumi alle risorgive, dai canali fino alle fognature, le cui acque sono e continuano a essere protagoniste della ricchezza delle campagne a valle della città.
Come suggerisce l’etimologia del suo nome latino Mediolanum – medio amnium, in mezzo ai fiumi, Milano sorge infatti al cuore di un sistema di acque compreso tra il Ticino, l’Adda e, a sud, una straordinaria fascia di fontanili, ossia di risorgive naturali che da secoli fanno della pianura umida milanese un capolavoro di agricoltura intensiva.
Questa mostra di fotografie e documenti d’archivio, molti dei quali completamente inediti, come nel caso delle immagini conservate presso l’Archivio storico Fognature e Corsi d’acqua conservato presso MM Spa, si propone di far conoscere l’uso a fini agricoli delle fognature di Milano come si faceva un tempo e come avviene ancora oggi grazie agli impianti di depurazione biologica, senza trascurare la grande ricchezza delle forme di fruizione sociale delle acque di una città come Milano.

Sommario

  1. Una città nata dalle acque
  2. L’oro di Milano
  3. Fare tesoro delle acque luride
  4. La riscoperta dell’uso agricolo delle acque usate
  5. Acque vissute
  6. Dai navigli al Mare di Milano

La mostra è stata organizzata il contributo di:
Fondazione Cariplo
MM Spa
Università degli Studi di Milano – Bicocca
e in collaborazione con il Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo (Milano).

Si ringraziano i seguenti archivi e biblioteche milanesi:
Archivio Città metropolitana; Archivio Leone Soldati; Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana; Archivio storico Intesa Sanpaolo, Sezione Fotografica; Biblioteca Nazionale Braidense; Biblioteca Nazionale Braidense; Cittadella degli Archivi e Archivio Civico Milano; Civica Raccolta delle Stampe A. Bertarelli; Civico Archivio Fotografico; Depuratore Nosedo, Milano Depur, Progetto Acque di mezzo
e Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda, Cesano Maderno (Milano) e Sistema Museale Urbano Lecchese, Fototeca, Lecco.

Un particolare ringraziamento a:
Andrea Aliscioni, Ornella Bongiorni, Cristina Borgonovo, Rosanna Carvelli, Barbara Cattaneo, Maddalena Cerletti, Franco Confalonieri, Bruno Daita, Stefano Gomarasca, Gabriella Guerci, Mauro Maffeis, Silvia Paoli, Roberto Passerini, Marco Pezzetta ,Nadia Piccirillo, Francesca Pizza, Roberta Valtorta, Ferdinando Zanzottera.

Grafica e riproduzioni digitali:
Officina delle immagini, Luca Postini

Visita la mostra