Cartepiante_img01

Milano, P. Allodi dis. ed inc., Milano presso F. Artaria e figlio, in Descrizione di Milano e contorni, dis. e inc. Ferdinando Artaria e figlio, Milano 1866 (158 x 165 mm). Biblioteca Nazionale Braidense, Milano.

Ancora compresa nel perimetro delle mura spagnole, la città presenta diverse zone non edificate, mentre all’esterno vanno delineandosi i percorsi e i terminali ferroviari (a sud-ovest la “stazione succursale”, poi Porta Genova, aperta nel 1866 e a nord la nuova Stazione Centrale, aperta nel 1864). Al centro l’area di piazza del Duomo appare già sistemata secondo il progetto Mengoni che sarà invece completato, e neppure interamente, in anni successivi. Dopo la cacciata degli Austriaci fu del resto questa la zona su cui si concentrò per prima l’attenzione del nuovo municipio, in virtù del suo significato simbolico, artistico e funzionale. Annessa al volume Descrizione di Milano e contorni, la mappa è priva di indicazioni stradali, ma è corredata da una legenda che elenca gli edifici religiosi e le più importanti sedi istituzionali. Il disegnatore è Pietro Allodi, autore di numerose planimetrie e vedute urbane; l’editore è “Ferdinando Artaria e figlio”, discendente da una famiglia di editori attiva a Milano dal 1805 (precedentemente a Vienna), specializzata dapprima nelle pubblicazioni musicali, successivamente nelle incisioni di vedute italiane tratte dai dagherrotipi e di vario materiale cartografico.